Cassazione Sez.Unite 27/11/2018, n.30657

per salvaguardare l'interesse superiore e preminente dei medesimi, i provvedimenti che li riguardano vanno adottati dal giudice più vicino al luogo di residenza effettiva degli stessi

Qualora nel giudizio di divorzio introdotto innanzi al giudice italiano siano avanzate domande inerenti la responsabilità genitoriale (nella specie, con riferimento al diritto di visita) ed il mantenimento di figli minori non residenti abitualmente in Italia, ma in altro stato membro dell'Unione Europea (nella specie, la Germania), la giurisdizione su tali domande spetta, rispettivamente ai sensi degli artt. 8, par. 1, del Regolamento CE n. 2201 del 2003 e 3 del Regolamento CE n. 4 del 2009, all'A.G. dello Stato di residenza abituale dei minori al momento della loro proposizione, dovendosi salvaguardare l'interesse superiore e preminente dei medesimi a che i provvedimenti che li riguardano siano adottati dal giudice più vicino al luogo di residenza effettiva degli stessi, nonché realizzare la tendenziale concentrazione di tutte le azioni li riguardano, attesa la natura accessoria della domanda relativa al mantenimento rispetto a quella sulla responsabilità genitoriale.

Contattaci
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono
Testo
Codice di controllo
simple_captcha.jpg
Inserisci il codice di controllo
Esprimo il consenso ai sensi del D.Lgs 196/2003 e successive modifiche ed integrazioni